Liposuzione

Rimodellamento del profilo corporeo in alcune aree del corpo

Lo scopo dell’intervento di Liposuzione è rimuovere gli accumuli adiposi localizzati in alcune aree del corpo (addome, anche, natiche, cosce, ginocchia,mento, guance, collo...); nella variante della Liposcultura (accurata "Liposuzione superficiale", effettuata anche immediatamente al di sotto del derma), questo intervento di chirurgia plastica si completa con un rimodellamento del profilo corporeo, efficace anche per il miglioramento dell'aspetto della cellulite. La Liposcultura è l'unica metodica che permette di rimodellare in modo definitivo gli accumuli di grasso che creano uno squilibrio tra una parte e l'altra del corpo e che sono dovuti a una caratteristica ereditaria e non al sovrappeso.

La tecnica di base comporta la rimozione di grasso attraverso un tubo metallico cavo chiamato una cannula che passa attraverso il tessuto adiposo. Una delle tecniche più comuni comporta l’aspirazione del grasso da una pompa genera una pressione di vuoto. Questo è noto come aspirazione liposuzione. Inoltre, la cannula può essere applicato a un movimento vibrante che facilita la rimozione del tessuto adiposo, noto come servoassistito liposuzione. In altri casi, si può applicare un generatore di ultrasuoni che produce onde sonore di frequenza al di sopra della udibile e “rompe” le cellule di grasso e grasso. Ci sono anche le tecniche di liposuzione laser assistita.

Ciascuno dei metodi ha i suoi vantaggi e svantaggi, che saranno esposti al paziente. Inoltre, le tecniche di cui sopra possono essere combinate per ottenere risultati ottimali. La scelta della tecnica particolare deve essere personalizzato per ogni singolo caso e deve essere il risultato di un dialogo tra medico e paziente.

Rischi, complicanze:

La chirurgia rimozione del grasso è una delle due procedure più comuni eseguite da chirurghi plastici. Fortunatamente, le complicanze sono rare, quindi la maggior parte del tempo questo intervento viene eseguito senza provare alcun problema. Tuttavia, è molto importante che il vostro chirurgo plastico vi spiegherà in dettaglio i rischi e le possibili complicanze della chirurgia.

Alcune delle potenziali complicazioni sono bruciore (accumulo di sangue sotto la pelle), infezioni, alterazioni della sensibilità, cicatrici, reazioni allergiche o risultati insoddisfacenti, che possono richiedere procedure e rischi medici quindi nuovi. Altri rischi specifici di liposuzione possono includere rientranze e irregolarità nella zona trattata.

È possibile ridurre al minimo i rischi determinati seguendo i consigli e le istruzioni del vostro chirurgo plastico, sia prima che dopo l’intervento chirurgico.

Post operatorio:

L’infiltrazione dell’ anestetico locale nella zona operata produce un effetto analgesico prolungato. L’ impiego del vasocostrittore prolunga ulteriormente tale effetto. Il paziente per le ore successive alla liposuzione non ha alcuna sensazione dolorosa. Il gonfiore che si determina nei primi giorni dopo la liposuzione è dato dal ristagno dei liquidi infiltrati prima dell’intervento e dalle ecchimosi che si formano normalmente a causa dell’azione aspiratrice. I bendaggi e gli indumenti compressivi prescritti limitano la formazione dell’edema, così come l’osservazione scrupolosa delle indicazioni comportamentali. Mediamente, le normali attività si possono riprendere a distanza di 10-15 giorni dall’intervento, sempre gradualmente e dopo il parere del chirurgo.

Dopo la liposuzione sarà necessario portare per una settimana una guaina per comprimere la parte interessata. Anche dopo la rimozione dei punti la guaina andrà indossata per altre 3-4 settimane.

Il decorso post operatorio è compatibile con la vita quotidiana. Basterà riposare per una settimana e si potrà poi riprendere la propria normalità. Tre settimane sono invece sufficienti perché si possa riprendere il jogging, la danza e lo joga. Per gli sport più estremi invece dovranno passare quattro settimane. Anche l’attività fra le lenzuola è consigliata dopo due settimane dall’intervento.

Metodo dell’anestesia: locale, generale o epidurale

Durata intervento: da 20 a 30 minuti, per zona/area

Permanenza in clinica: dipende dal tipo di intervento
É consigliato indossare i bendaggi e gli indumenti compressivi prescritti che limitano la formazione dell’edema, per cca. 6 settiamane
Rimozione suture: dopo 2 settimane

Orario visite (Ambuatorio No.2.)

Lunedi Martedi Venerdi
Dr. Pavlovics Gábor 08:00-10:00
Dr. Tizedes György 16:00-20:00 Dr. Pavlovics Gábor 13:00-18:00 Dr. Tizedes György 16:00-20:00
Dr. Kádár Zsolt 15:00-18:00